Bolsas de Estudo - Ciências Sem Fronteiras

Il Progetto Scienza Senza Frontiere

'Scienza senza Frontiere' è un progetto speciale che si propone di favorire la mobilità internazionale di studenti, studiosi e ricercatori brasiliani verso università e centri di ricerca di alta qualificazione nel resto del mondo. Il progetto prevede anche l'ospitalità in Brasile per giovani ricercatori e per scienziati leader affermati a livello internazionale.

Erogare 100.000 borse di studio in quattro anni assicurerà lo sviluppo di nuovi legami e progetti oltre che di collaborazioni internazionali ed è dedicato ad aree disciplinari di considerevole interesse per l'innovazione e lo sviluppo tecnologico e industriale (quali le scienze naturali e le scienze della vita, l'ingegneria, l'agricoltura sostenibile, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, le industrie creative).

L'Italia, garantendo accoglienza a 6000 unità nei prossimi 4 anni, ha saputo assicurarsi la posizione di quinto partner in assoluto dopo USA, Regno Unito, Germania e Francia.
 

Da settembre 2012, sono in Italia circa 400 studenti di laurea, laurea magistrale e dottorato finanziati con borse del governo brasiliano per svolgere periodi di studio di 12 mesi per i livelli di laurea e laurea magistrale e periodi fino a 4 anni per i dottorati.

La rete di istituzioni che, fino ad ora, hanno aderito al programma è costituita da: il CNR, le Università di Bologna, Firenze, Milano, Padova, Pisa, Roma Sapienza, Roma Tre, Roma Tor Vergata, Trento, i Politecnici di Milano e Torino, i centri di ricerca di Telecom Italia e Biogem. Hanno inoltre recentemente aderito, attraverso un protocollo preliminare, le imprese italiane che fanno parte del GEI di San Paolo. L'Università di Bologna offre una segreteria tecnica di coordinamento.

Modalità di partecipazione delle imprese italiane
 

Le imprese interessate possono essere coinvolte, in primo luogo ospitando studenti in tirocinio, con possibilità successiva di strutturare la cooperazione in specifici progetti di Ricerca e Sviluppo. L'auspicio del governo Brasiliano è inoltre quello di sollecitare anche il contributo di finanziamento esterno da parte delle imprese di specifiche esperienze di tirocinio.

I periodi di studio possono includere fino a 3 o 6 mesi di tirocinio in impresa. Le aree disciplinari interessate sono quelle di maggiore interesse per l'innovazione e lo sviluppo tecnologico e industriale:

- tutti gli aspetti dell'ingegneria
 
- aerospazio
- energie rinnovabili
- nanotecnologie e nuovi materiali
- tecnologie dell’ informazione e della comunicazione 
- biotecnologie 
- chimica
- tecnologie farmaceutiche
- scienze naturali, scienze ambientali
- scienze della vita
- agraria
- food studies
- industrie creative

È inoltre possibile attivare collaborazioni con tecnici e ricercatori impiegati nei settori di Ricerca e Sviluppo in imprese brasiliane che intendano effettuare periodi di aggiornamento e formazione presso imprese estere. Anche in questo caso tutte le spese saranno a carico del governo del Brasile che offrirà specifiche borse di studio.

Le imprese che lo valutassero opportuno potranno aderire al protocollo già stipulato tra università, imprese italiane e governo brasiliano per la successiva definizione di una eventuale partecipazione finanziaria (Euro 850/mese x ogni borsa di studio) con borse dedicate a iniziative di speciale interesse dell'Azienda.

Benefici del progetto

Partecipare al progetto di mobilità come impresa collaboratrice o finanziatrice, offre alle aziende i seguenti benefici:

- essere coinvolti in un progetto che ha una portata internazionale interessando per ora in modo bilaterale il Brasile e altri Paesi: Europa (Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Svezia), Stati Uniti, Canada, Cina, Corea e alcune grandi imprese multinazionali come Boeing, Hyundai, Petrobras, Eletrobras, ecc.
 

- godere di profili specializzati in diverse aree di interesse per lo sviluppo tecnologico della propria azienda a diversi livelli dalla laurea al post-dottorato;

- ospitare studenti/tirocinanti beneficiari di specifiche borse di studio del governo Brasiliano, che hanno superato una selezione a livello nazionale in Brasile e una seconda fase di valutazione da parte del network delle Istituzioni italiane coinvolte;

- possibilità di contattare direttamente e di attivare collaborazioni con i Dipartimenti delle Università Brasiliane e i centri di ricerca di provenienza dei candidati;

- opportunità per l'impresa di valutare le candidature per le posizioni di tirocinio offerte, con specifica possibilità per il 2013 di promuovere posizioni di tirocinio presso le Università Brasiliane attive nelle aree di sviluppo dell'Impresa in Brasile;

- il vantaggio di una relazione mediata dall'Università. La convenzione, documento trilaterale stipulato tra impresa, studente e università, formalizza una relazione puramente accademica tra le parti, perché il tirocinio è considerato un periodo di formazione tanto quanto un semestre universitario ed entra, quindi, nel percorso formativo dello studente;

- non essendo un rapporto lavorativo, ma accademico, l’impresa non deve versare le quote di previdenza sociale relative al tirocinante;

- la copertura assicurativa dello studente è sempre a carico del progetto di mobilità non dell'impresa;
 

- stipulare una convenzione di tirocinio con le Università garantisce all’impresa la supervisione accademica e la presa in carico da parte dell'Ateneo degli oneri di accoglienza, immigrazione, logistica.
 

Contatti

Per informazioni e contatti è possibile inviare un messaggio alla segreteria tecnica o ai punti di contatto delle Istituzioni Italiane partecipanti, informandone l’Ambasciata d’Italia a Brasilia (
commerciale.brasilia@esteri.it). 

Progetto “Ciencia sem fronteiras” Italia
Segreteria Tecnica
Università di Bologna, Area Relazioni Internazionali
via Filippo Re, 4
40126 – Bologna
mail: csfitalia@unibo.it
tel: 0039 051 2099424 Punti di Contatto delle Istituzioni Partner:


Nenhum comentário:

Postar um comentário